Share

th

Laboratorio Attori – ANIMANERA

LO STATO D’ASSEDIO di A.Camus

Spettacolo di fine anno

condotto da: Aldo Cassano e Natascia Curci

con: Mattia Grimaldi, Anna Leccese, Simone Pierini, Raffaella Pluchino, Stefano Solaro, Marilù Osculati, Donatella Marsilio, Lorenzo Caroni, Marta Dell’Adami, Paolo Marchi, Fabio Spinelli, Andrea Finelli, Marcello Negri, Claudia Crippa, Pietro Puleo, Marina Prountzou, Francesco Carelli, Camilla Fusco

Lo stato d’assedio è un’opera teatrale in tre atti di Albert Camus scritta nel 1948
Nel dramma si ritrovano alcuni dei grandi temi del pensiero camusiano: la paura (e più precisamente la creazione di un regime totalitario per mezzo della strumentalizzazione della paura), il coraggio della rivolta, la morte, il mare (come simbolo di purificazione e di libertà).
Nonostante il soggetto, l’opera ha dei risvolti tragicomici, i caratteri dei personaggi sono esagerati e spesso grotteschi, anche se questo può dipendere molto dal genere di interpretazione e dal taglio registico.
Scritta all’indomani della seconda guerra mondiale, Camus si riferisce alla dittatura hitleriana, ma soprattutto a quella di Francisco Franco che durerà fino al 1975. La storia si svolge in effetti in Andalusia, a Cadice.
Il discorso è però universale e riguarda tutti gli uomini. Camus, infatti, vuole dare un avvertimento contro il ritorno di simili regimi in tutto il mondo. Pertanto, Lo stato d’assedio affronta anche i temi della resistenza e dell’uguaglianza sociale mettendo in guardia contro la manipolazione, la rassegnazione, la sottomissione, la passività, e soprattutto contro lo “scendere a patti” con la tirannia.